Domaine de la Cras

Cote d'Or, Borgogna, Francia

Un terroir ritrovato

Fino a tutto il diciannovesimo secolo, le colline su cui sorge Domaine de la Cras, attorno a Dijon, erano coltivate in maggioranza a vigneto: la fillossera distrusse i vigneti, la Prima Guerra mondiale decimò molti degli uomini francesi che abitavano queste colline, e la concorrenza dei vini del Sud della Francia, più economici, fecerò sì che solo una minoranza degli ettari allora coltivati venne ripiantata.

Marc Soyard è il custode di questa tradizione: dopo anni di lavoro in diverse realtà sia convenzionali sia naturali, tra cui  Domaine Bizot a Vosne-Romanée, Marc prende in gestione questi 8 ettari di vigneto che la città di Dijon tutela come patrimonio cittadino. Marc è stato scelto dopo una selezione tra altri 7 candidati, e con l’annata 2013 i vini di Domaine de la Cras diventano una realtà.

Le tecniche di vinificazione non prevedono l’aggiunta di solforosa, salvo annate particolarmente difficili e comunque sempre in quantità molto limitate. Il vino viene lasciato affinare prima dell’imbottigliamento in botti di terzo-quarto passaggio.

Domaine de la Cras